Home Page Progetti Progetto Educativo

PERCORSO DI FORMAZIONE PER LE ALLIEVE
DELLA SCUOLA "SANTINA GUSMINI ONLUS"


Se fai programmi per un anno, semina grano.
Se fai programmi per un decennio, pianta alberi.
Se fai programmi per una vita, forma ed educa le persone.”
Antico proverbio cinese, 645 a.c.


La Associazione ha lo scopo di realizzare in paesi particolarmente poveri una scuola di maestre d’asilo atta a formare del personale da inserire in villaggi o comunità della nazione prescelta, particolarmente bisognosi di un asilo d’infanzia.

Il percorso di formazione avrà la durata di un anno e ha l’obiettivo di fornire alle allieve i principali elementi, teorici e pratici, che permettano loro di esercitare presso il proprio paese di provenienza il ruolo di maestra per bambini fino a sei anni.

Il percorso di formazione si articolerà in due moduli di 6 mesi ciascuno, per un totale di 12 mesi circa; in entrambi i moduli sarà previsto del tirocinio in modo che le allieve possano sperimentarsi e mettere in pratica gli elementi appresi nelle lezioni teoriche.

Le lezioni del primo modulo prevedono diverse materie teoriche generali: psicologia, pedagogia generale, pedagogia speciale, igiene; tutte fondamentali per creare una cultura di base utile per conoscere, comprendere e interpretare i comportamenti dei bambini e soprattutto sapersi adeguare ad essi reagendo nelle situazioni di difficoltà.

Le lezioni del secondo modulo privilegeranno invece gli aspetti didattici e operativi, cercando di fornire alle allieve modalità pratiche di intervento. Le modalità proposte cercheranno il più possibile di considerare le condizioni di esercizio nelle quali le allieve si troveranno ad agire. Le materie proposte saranno quindi: puericultura, didattica, letteratura per l’infanzia.

Le allieve al termine del corso avranno gli strumenti necessari per saper garantire al bambino fino a sei anni una formazione di base ed un accompagnamento ad un corretto ed equilibrato sviluppo.

IL PARADIGMA PEDAGOGICO


Il paradigma pedagogico e didattico che si vuole proporre è quello che considera indispensabile agire in modo personalizzato nei confronti di ogni soggetto in formazione, rispondere in modo adeguato ai differenti bisogni formativi ed ai reali percorsi di sviluppo messi in atto da ciascuno, favorire e sostenere la pari dignità di tutti e l’uguaglianza effettiva delle opportunità di potenziamento di personalità, capacità personali e intelligenza in funzione della collocazione del soggetto nel mondo e della partecipazione alla cultura di riferimento.

In questa ottica i bambini vengono aiutati a crescere secondo le proprie possibilità e nel rispetto dei suoi tempi di sviluppo; perché ciò sia possibile, è necessario però formare chi sostiene e accompagna il processo di crescita.
I principali insegnamenti saranno:

MATERIE

FINALITA’ PRINCIPALI

SINTESI DEI CONTENUTI

PEDAGOGIA GENERALE
  • Avviare al lessico peda­gogico e alla teoria del­l’educazione.
  • individuare un qua­dro teo­rico di riferimen­to, compren­dere i prin­cipali elementi e moda­lità di applicazioni prati­che.
  • introduzione ai temi e alle fi­gure più rilevanti del pensiero pedagogico ed educativo.
  • approfondimento di autori principali e brevi cenni storici.
PSICOLOGIA DELL’ETA’
EVOLUTIVA
  • fornire una globale vi­sione dei problemi della psicologia dello sviluppo soffermandosi sui con­tributi delle principali correnti di pensiero.
  • approfondimento delle princi­pali tappe di sviluppo del bambino, con particolare at­tenzione ai principali passaggi di crescita e ai relativi bisogni
  • illustrazione dei principali au­tori di psicologia dell’età evo­lutiva.
  • conoscenza delle principali teorie sull’ attaccamento nell’ infanzia
DIDATTICA GENERALE
  • Comprendere ed analiz­zare l’evento educativo, che si rea­lizza nella pri­ma infanzia al­l’interno delle istituzioni ad essa dedicate, collocandolo in un quadro teorico che colleghi l’agire didattico alla conce­zione pedagogica di riferi­mento.
  • individuare e definire critica­mente gli ele­menti fondamen­tali del­l’azione didattica e la loro connessione con la peda­gogia e l’antropo­logia di rife­rimento.
  • conoscenza del modello sistemico che comprende e considera il contesto di vita del bambino come parte della didattica
  • elementi di progettazio­ne pe­dagogica: osser­vazione edu­cativa, defi­nizione di obiettivi e strutturazione di verifi­che.
  • illustrazione di metodo­logie pratiche di inter­venti con par­ticolare at­tenzione a metodo­logia e tecnica del gioco e dell’animazione.
  • elementi di musica e di­segno per la prima in­fanzia.
  • elementi di prescrittura.
  • illustrazione dei mate­riali utili alle insegnanti.
  • conoscenza dei principali concetti sistemici per lavorare con l’ infanzia
  • descrivere i benefici di una buona comunicazione con i genitori ( e la conoscenza dei diversi tipi di famiglie ) e con il territorio
PEDAGOGIA SPECIALE
  • affrontare il problema del­l’educazione delle persone di­versamente abili.
  • affrontare la concezione della diversità non come «deviazio­ne» ri­spetto ad un malinteso concetto di «normalità», ma come qualità intrinseca di ognuno e ricchezza per tutti.
  • riconoscere come le differenz­e diano luogo a scambio, reci­procità, condivisione, comple­mentarità.
  • elementi di psicopatolo­gia ge­nerale.
  • illustrazione di modali­tà, me­todologie, stru­menti operativi di inclu­sione delle persone di­sabili nella società, nel­la cul­tura, nel mondo.
ELEMENTI DI PUERICULTURA
  • fornire gli elementi principali che mettano le allieve nella condizio­ne di saper risponde­re in modo completo ai bisog­ni dei bambini in termini di corretto svi­luppo fisico e psi­chico.
  • conoscenza delle princi­pali tappe dell’evoluzio­ne fisica del bambino.
  • conoscenza delle principali fasi di sviluppo fisico del bambino
  • elementi di funzione fisica e cognitiva del bambino
PEDAGOGIA DEI DIRITTI UMANI
ED ELEMENTI DI DIRITTO
  • conoscenza della storia dei diritti umani e delle proble­matiche connesse alle diffi­coltà della cul­tura dei diritti umani.
  • conoscenza dei princi­pali do­cumenti inerenti i diritti del­l’infanzia.
  • brevi cenni del quadro di rife­rimento costitu­zionale del paese di ap­partenenza.
  • elementi di diritto e dei prin­cipali istituti giuridi­ci del pae­se di apparte­nenza.
  • approfondimento delle prin­cipali dichiarazioni interna­zionali in merito ai diritti umani.
LETTERATURA PER L’INFANZIA
  • fornire strumenti utili all’uti­lizzo delle fiabe e dei miti come vie di svi­luppo del bam­bino.
  • fornire elementi di educazion­e emotiva nella pri­ma infanzia.
  • elementi di letteratura per l’infanzia.
  • conoscenza e analisi dei prin­cipali autori (con particolare attenzione agli autori della cultura di appartenenza).
  • metodologie di lettura e utiliz­zo delle fiabe e dei miti per l’infanzia con particolare attenzione a fiabe e miti locali.
PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO
  • fornire agli operatori che gestiscono quotidianamente i bambini quelle nozioni di primo soccorso atte a fronteggiare eventuali emergenze sanitarie per i bambini.
  • nozioni principali sulla gestione delle emergenze (disostruzione vie aeree, manovre rianimatorie, gestione delle emergenze)
  • nozioni principali sulla gestione delle urgenze pediatriche che possono accadere tutti i giorni (febbre, convulsioni, ustioni, ferite, trauma cranico, etc)
IGIENE
(NORME IGIENICHE SANITARIE DA APPLICARE NELLE STRUTTURE COMUNITARIE INFANTILI)
  • fornire elementi di igiene atti a   prevenire e limitare le principali malattie che si possono sviluppare nelle comunità infantili.
  • elementi principali di igiene, attraverso la spiegazione di pratiche semplici nella gestione dei bambini per :
  • il controllo della diffusione di malattie infettive
  • la promozione di comportamenti mirati alla prevenzione delle malattie infettive
  • conoscenza dell’HIV/AIDS
  • sarà utilizzato un regolamento igienico-sanitario costituito da norme e consigli indirizzati ai genitori ed al personale delle strutture.
 ELEMENTI DI INFORMATICA 
  •  nozioni di base di utilizzo del computer e conoscenze di base di internet
  •  creazione di un semplice documento word
  • gestire e predisporre dati in un sistema di personal computer
  • scambiare informazioni utilizzando la posta elettronica
  • accesso a informazioni di lavoro da un PC
  • utilizzare internet per cercare informazioni
 ELEMENTI DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO IN GRUPPO 
  •  nozioni di base del proprio ruolo organizzativo e del lavoro in gruppo
  • strategie di base di problem solving
  •  dimostrare attenzione e tempestività in un luogo di lavoro
  • spiegare, risolvere ed interpretare le informazioni scritte e non scritte

IL TIROCINIO


Il periodo di esperienza pratica guidata presso la scuola materna dell’associazione è un momento molto significativo del corso, in cui le allieve sono chiamate a sperimentare nella pratica quanto hanno appreso in teoria.Il tirocinio è previsto sia nel primo modulo che nel secondo, anche se in proporzioni diverse (un numero di ore maggiore nella seconda parte).

Le principali modalità di tirocinio saranno due:
  • Osservazione di personale già formato nella pratica quotidiana con i bambini
  • pratica diretta
In entrambi i casi il tirocinio consentirà alle allieve di vivere un’esperienza completa e utile, durante la quale potranno sviluppare le modalità relazionali adatte al rapporto con i bambini, provare i sussidi didattici e conoscere meglio gli strumenti operativi.

Portogallo   Se você quiser ler o curso de formação em Português, clique aqui